Delirium

Un portale che recensisce tutto il genere horror nelle sue forme cinematografiche e televisive. Possibilità di partecipare a sondaggi, commentare le recensioni e consultare le schede di IMDb.

Saw – Il capitolo finale

Recensione: Alessandro Cocuzza
Titolo originale: Saw 3D
Lingua originale: Inglese
Anno: 2010
Durata: 90 minuti
Regia: Kevin Greutert
Soggetto: Patrick Melton, Marcus Dunstan
Protagonisti principali: Tobin Bell (Jigsaw/John Kramer), Costas Mandylor (Hoffman), Betsy Russell (Jill), Cary Elwes (Dr. Gordon), Sean Patrick Flanery (Bobby), Chad Donella (Gibson)
Colonna sonora

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

voto_mymovies 7 voto_delirium 8 voto_imdb 5,5

Ogni inizio ha sempre una fine, nelle storie semplici ed in quelle contorte… la storia di John Kramer è cosparsa di sangue e dolore, in nome di una redenzione da tirare fuori negli esseri umani con qualsiasi mezzo… specie quello di tortura! L’epopea dell’omicida JIGSAW arriva finalmente alla sua conclusione, dopo vari cambi di regia ed intrecci narrativi a volte non semplicissimi da seguire: Kramer aveva continuato la sua opera di espiazione/vendetta/redenzione anche dopo la sua morte, ed in questo capitolo finale tutti (o quasi…) i nodi vengono al pettine! Scopriamo addirittura che il Dott. Gordon è vivo e vegeto, anche con un piede in meno (auto-amputatosi per fuggire, nel primo film della serie) e che addirittura è legato a doppio filo con lo stesso Jigsaw ed i suoi delitti…

Ritroviamo il corrotto e sadico agente dell’FBI, la Sig.ra Kramer (intenta a scucire ogni singolo dettaglio dell’incredibile vicenda, ma terrorizzata dal fatto di poter essere la prossima vittima!) ed un tizio, tale Bobby Dagen, che si è arricchito grazie a libri e programmi sulla sua (presunta…) fuga dalle grinfie dell’Enigmista!

In questo settimo ed ultimo capitolo si ritorna ad una forma narrativa lineare, necessaria per chiudere il “puzzle” aperto da Jigsaw, inoltre un uso sapiente e non invasivo del 3D delizierà i palati fini dello splatter, senza abusare dell’ormai dilagante moda del “tutto in 3D”! Un ottimo capitolo conclusivo, che consegna decisamente John Kramer ed il suo universo di “Redenzione attraverso il Dolore” alla storia dei film del genere… Da non perdere!!

Commenti

Saw – Il capitolo finale

Inserisci commento

Login with:
Powered by Sociable!