Delirium

Un portale che recensisce tutto il genere horror nelle sue forme cinematografiche e televisive. Possibilità di partecipare a sondaggi, commentare le recensioni e consultare le schede di IMDb.

Pesce d’Aprile

Recensione: Girolamo Ferlito
Titolo originale: April fool’s day
Lingua originale: Inglese
Anno: 1986
Durata: 89 minuti
Regia: Fred Walton
Soggetto: Danilo Bach
Protagonisti principali: Deborah Foreman (Muffy), Thomas F. Wilson (Arch), Mike Nomad (Buck), Griffin O’Neal (Skip), Clayton Rohner (Chaz), Jay Baker (Harvey), Pat Barlow (Clara)
Colonna sonora

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

voto_mymovies n.d. voto_delirium 5,5 voto_imdb 6

April fool’s day (letteralmente “il giorno del pesce di Aprile”) è un film di Fred Walton datato 1986. Il regista americano esordì nel mondo della celluloide nel 1979 con la pellicola dal titolo: “Quando chiama uno sconosciuto”, che avrà un seguito negli anni novanta. Successivamente si distinse per avere girato l’episodio pilota della fortunata serie: “Alfred Hicthcock presenta” (1985), un episodio della serie: “Miami Vice” (1986) e il thriller  “I delitti del rosario” (1988). Era stato scelto dai produttori per dirigere il sesto seguito della saga di Halloween:  “Halloween 6: la maledizione di Michael Myres” (1995), poi affidata a Joe Chappelle. Pesce d’Aprile (noto in Francia con il nome di “Week-end de terreur”) ci racconta di un gruppo di ragazzi invitati da una compagna di scuola, una certa Muffy (Deborah Foreman), per festeggiare l’anno del diploma, nella Magione di proprietà del padre sita in un’isola dagli splendidi paesaggi. Le disavventure dei ragazzi cominciano quando un marinaio del traghetto, utilizzato per raggiungere il luogo, rimane gravemente ferito per un incidente in mare causato indirettamente da uno stupido scherzo organizzato da un paio di loro. Da questo episodio in poi il week-end per i giovani risulterà pieno di insidie vista la concomitanza con il giorno del Pesce d’Aprile e la personalità bizzarra e misteriosa del loro anfitrione che li sottoporrà ad una serie di strani e macabri scherzi a partire dalla prima notte di permanenza. La situazione si andrà ulteriormente complicando quando i ragazzi scopriranno sulla loro pelle che nei paraggi della villa pare si aggiri uno spietato assassino (forse in cerca di vendetta?) con l’intento di decimare il gruppo.

April fool’s day è il più classico degli slasher movie anni ottanta dall’incedere lento, con una trama piuttosto lineare, che comincerà a destare parecchio interesse solo a partire da metà pellicola, quando l’azione diventerà finalmente incalzante. Il cast, composto da giovani che si erano distinti con discreto successo in alcune pellicole note degli anni ottanta, si muove abbastanza bene mostrando anche un’acuta vena istrionica, peccato per il solito doppiaggio italiano piuttosto raffazzonato e realizzato in mono nonostante la pellicola originale sia in dolby surround.

Il film ci offre un finale mozzafiato infarcito da una serie di colpi di scena ben congeniati ma nel complesso offre poche novità e cadde ben presto nell’oblio dei tempi per la poca originalità proposta e la caterva di pellicole del genere che, nel corso dei tempi, hanno inondato Hollywood e affini. Una nota di merito va al tema principale del film che ci ricorda vagamente le nenie dei thriller a sfondo psicologico made in Italy con quel pizzico di electronic 80’s che non guasta mai. Non possiamo fare a meno di notare che tra il gruppo di giovani, esattamente nei panni del “galletto” Arch Cummings, troviamo Thomas Francis Wilson già distintosi un anno prima nei panni di Biff Tannen in “Ritorno al Futuro” (1985); a dirla tutta Wilson sarà l’antagonista per antonomasia dell’intera saga stracult diretta da Zemeckis, interpretando il personaggio di Tannen in tutte le epoche trattate dalla triologia: Biff, Griff e Buford “cane pazzo” Tannen. Il film è interamente girato in 16:9 (widescreen, a bande nere per il formato 4:3). Nel 2008 è stato realizzato un remake, distribuito in DVD, esclusivamente per il mercato statunitense per la regia de “The Butcher Brothers” (Mitchel Altieri e Phil Flores).

Commenti

Pesce d’Aprile

Inserisci commento

Login with:
Powered by Sociable!